Entrecote di scottona

11,00 €

(11,00 € g 500)

Tasse incluse
Quantità

L’entrecôte è uno dei tagli di carne bovina preferito per gli amanti della carne.  È un taglio che di solito è molto tenero e saporito e non necessita di lunghe cotture e, soprattutto in Francia, viene accompagnato da salse di vario tipo. È una parte molto pregiata del bovino, morbida e con pochissimo grasso. 

Dagli USA alla Germania, passando dalla Francia - terra natia di questo piatto - nessuno può resistere a una deliziosa bistecca ai ferri.

 L'entrecôte può essere cucinata alla griglia, al forno o in padella. 

L'entrecôte alla griglia

La classica bistecca americana: succulenta, cotta al sangue, condita con un'insalata verde o, per gli amanti del fritto, da una pioggia di patatine. 

Preparazione: Riscalda una piastra di ghisa, metti un po' di sale grosso, disponi la carne e falla cuocere cinque minuti per lato: per una cottura ottimale dovrebbe apparire rosata all'interno (quasi cruda). Evita utensili appuntiti per girare la carne, potresti forarla e quindi rovinarla. Una volta cotta, falla riposare qualche istante e poi aggiungi pepe, sale e un filo dell'olio extravergine di oliva. Per rendere la tua bistecca memorabile, prima della cottura marinala con pepe, rosmarino e aglio. Ne esalterai il sapore.

La scottona è un tipo di carne sempre più diffuso ed apprezzato per il suo gusto e la sua morbidezza. Il termine scottona si riferisce all'età dell'animale al momento della macellazione: una femmina di bovino relativamente giovane (tra i 15 e i 22 mesi) che non abbia ancora partorito. La carne di scottona è ritenuta particolarmente pregiata per le sue caratteristiche organolettiche, morbidezza e sapidità. Le piccole infiltrazioni di grasso nella carne, che si sciolgono in cottura, sono in realtà ciò che rende questo tipo di carne particolarmente tenera e deliziosa. La carne risulta essere magra e giovane. Ciò è dovuto al fatto che gli animali sono di sesso femminile che di per sé producono una carne più tenera, e che ancora non sono stati sottoposti a sforzi, altro fattore che influisce sulla consistenza della carne. Sull’origine del termine scottona ci sono diverse teorie. Secondo alcuni deriva dal fatto che il contadino si sentisse “scottato” dal dover portare al macello una femmina giovane, che non era ancora mai stata ingravidata. Secondo altri bisogna far risalire il termine alla distinzione tra carni fredde – da animali castrati o anziani, magre e di poco pregio – e carni caldi – da un animale in calore, morbide e pregiate.

ts2788

Scheda tecnica

Prodotto o distribuito da
Taras Carni Via Lago di Nemi, 24 Taranto

Riferimenti Specifici